Sani e belli

Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, L.383/2000 lett. f , esercizio finanziario 2015.
Avviato il 20 giugno 2016, avrà durata di 14 mesi.

Le persone con sindrome di Down (sdD) hanno un rischio maggiore di sovrappeso/obesità rispetto alla popolazione generale. Ciò è dovuto a fattori biologici quali, ad esempio, un basso metabolismo basale ed una concentrazione di leptina non normale nel sangue. Tuttavia, le scelte alimentari non corrette e una scarsa attività fisica (fattori ambientali) contribuiscono in maniera significativa all’aumento del rischio di sovrappeso/obesità per le persone con sdD, con conseguenze più gravi sulla loro salute e sulla qualità della vita rispetto alla popolazione generale.
E’ quindi necessario adottare una strategia che consenta alle persone con sdD di avere un corretto stile di vita, agendo su due livelli: adozione di corrette scelte alimentari e diffusione di pratica regolare di attività motoria.

Gli obiettivi perseguiti:

Obiettivo generale
migliorare la qualità della vita delle persone con sdD adolescenti e adulte, con particolare riguardo alla forma fisica.

Obiettivo specifico
Incremento di stili di vita corretti da parte di un gruppo di 72 persone con sdD di età compresa tra i 15 e i 40 anni.

Per la realizzazione del progetto e in particolare per l’elaborazione dei materiali formativi l’AIPD collaborerà con l’Unità Operativa Malattie rare e quella di Medicina dello Sport del policlinico Gemelli di Roma.
Saranno coinvolte fino a un massino di 24 sedi locali AIPD che parteciperanno con un minimo di 3 persone con sdD ed un operatore.

Dopo un seminario di formazione previsto per novembre 2016 a Roma, i referenti delle sedi locali organizzeranno incontri nei territori con le persone con sdD e le famiglie. E’ previsto inoltre un campo finale della durata di una settimana.