Print Friendly, PDF & Email

Come stabilito dal comma 125 dell’art. 1 della Legge 124/17, (modificato dal comma 1, art. 35 del decreto legge 30 aprile 2019 n. 34, convertito nella legge 58/2019), gli enti no profit sono tenuti a pubblicare “nei propri siti internet o analoghi portali digitali, entro il 30 giugno di ogni anno, le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, agli stessi effettivamente erogati nell’esercizio finanziario precedente dalle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e dai soggetti di cui all’articolo 2-bis del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33“.

Il comma 125-ter, introdotto con la conversione in legge del decreto 34/2019, prevede, per l’inadempienza di tale obbligo, “una sanzione pari all’1 per cento degli importi ricevuti con un importo minimo di 2.000 euro, nonche’ la sanzione accessoria dell’adempimento agli obblighi di pubblicazione“.