Safety at work

Progetto finanziato dal programma comunitario Erasmus Plus nell’ambito dell’azione Ka1 Learning Mobility of Individuals (Mobilità ai fini di apprendimento). Durata dal 18 settembre 2017 al 17 settembre 2018.

Il progetto si propone di far svolgere un’esperienza di tirocinio all’estero a 5 professionisti dell’AIPD sul tema della sicurezza e prevenzione degli infortuni sul posto di lavoro.

Esigenze rilevate
La sicurezza dei lavoratori con sindrome di Down (sdD) e più in generale di lavoratori con disabilità intellettive è fondamentale per l’Associazione Italiana Persone Down (AIPD). Finora sono poche le nazioni che hanno affrontato questo problema e non sono state ancora prodotte linee guida condivise a livello europeo.
Per questo motivo, l’AIPD che può vantare una esperienza nel campo dell’inserimento lavorativo delle persone con sdD, ha sentito la necessità di affrontare tale problema.

Partner
Due associazioni inglesi si sono rese disponibili ad un progetto di scambio di esperienze e alla formazione dello staff AIPD nelle loro sedi.
Nello specifico i partner sono: “BASE” (British Association of Supported Employment) e “Down’s Syndrome Association”. Si tratta di associazioni di persone con disabilità che hanno esperienza specifica nel campo dell’inserimento lavorativo e che sono state selezionate per la loro esperienza pluriennale nell’affrontare i problemi relativi alla sicurezza sul lavoro per questo specifico target di lavoratori.

Obiettivi
Se da una parte l’obiettivo generale di questo progetto è l’aumento del tasso d’inserimento nel mondo lavorativo di persone con sdD, dall’altra quello specifico è quello della sensibilizzazione e acquisizione di conoscenza, strumenti pratici e atteggiamenti corretti da parte dei cinque operatori dell’AIPD coinvolti, relativamente ai problemi di sicurezza sul lavoro per persone con sindrome di Down.

Persone coinvolte
Due partecipanti sono parte dello staff dell’AIPD (uno appartenente all’Ufficio Relazioni Internazionali e uno responsabile dell’inserimento lavorativo per l’associazione). Gli altri tre sono impiegati in sedi locali dell’AIPD e sono entrambi formatori e/o gestori di cooperative sociali che si occupano di inserimento lavorativo di persone con sdD. Il gruppo si farà carico di trasferire delle nozioni acquisite durante questa esperienza a tutta l’associazione AIPD.

Risultati attesi
La strategia adottata dall’AIPD per affrontare il tema della sicurezza sul lavoro prevede le seguenti attività:
– Analisi “desk” e ricerche sulla rete relative alla sicurezza sul lavoro per persone con sdD;
– Contatti e accordi con organizzazioni europee e straniere che lavorano nel campo;
– Preparazione dello staff partecipante relativa al tema affrontato analizzando il materiale e le risorse fornite dalle strutture partner;
– Cinque giorni di visita alle organizzazioni nel Regno Unito che si occupano di inserimento lavorativo di persone con disabilità e che hanno esperienza specifica nella gestione della sicurezza sul lavoro;
– Valutazione dell’esperienza e diffusione all’interno dell’AIPD e di EDSA (European Down Syndrome Association), di cui AIPD al momento ricopre l’incarico della Presidenza.

Il passo successivo del progetto sarà la redazione di una bozza di linee guida relative alla sicurezza sul lavoro per persone con sdD, possibilmente in collaborazione con l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro).